CIAO GIANLUIGI

CIAO GIANLUIGI

Continua ad indicarci la strada del nostro  magistero.

 

“Caro Diamantini ci hai lasciato, ma nei nostri cuori rimane sempre un caro ricordo della tua personalità; tu sei stato una persona di valore, che esprimevi con grande modestia. Mai da te un atteggiamento di superbia.

Ho potuto apprezzare la tua calma serenità in tanti momenti, nei quali avresti avuto tutte le ragioni di questo mondo per arrabbiarti e mandare a quel paese qualche modesta persona che in quelle circostanze esprimeva la sua incapacità.

Il ricordo che porto in me è quello di essere stato fortunato a conoscerti e godere della tua stima. Ci univa una comune volontà di realizzare qualcosa di buono per i giovani e la nostra appartenenza ai Maestri del Lavoro ce lo consentiva. Purtroppo la pochezza di alcune persone ce l’ha impedito: la loro grande ambizione era solo quella di mettersi in evidenza.

Mi risulta, comunque, che nell’ambito del “Rotary” sei riuscito, sempre con lo stesso stile, ancora una volta, a dare un grande contributo per iniziative, a favore dei giovani, intraprese da questa benemerita Associazione.

Stessa cosa hai fatto con Il CESAF Maestri del lavoro da te voluto ed ora continua la strada che gli hai indicato.

Ora sei nel mondo dei più e la tua dipartita lascia sicuramente un grande vuoto in coloro che ti hanno apprezzato.

Termino dicendoti che se il mondo fosse popolato da più persone come te, sicuramente la vita scorrerebbe in maniera più semplice e con meno problemi.

Un caro saluto dal tuo amico mdl Giuseppe”*

 

*Giuseppe Desiderio Mdl  referente romano del CeSAF Maestri del lavoro

l'Opinione
Avatar

Informazioni su maestrilavoro

ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Precedente Quale scuola dopo l'emergenza Covid ? Parla il prof. Giancristiano Desiderio