Notte Europea dei ricercatori

Sarà presente anche il Nostro Centro studi con il Museo Dinamico della tecnologia Adriano Olivetti alla Notte europea dei Ricercatori, organizzata sotto il coordinamento dell’associazione Frascati Scienza, coinvolge una fitta rete di ricercatori, università e istituti di ricerca che si estendono dal nord al sud della penisola nel promuovere il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica, quello in cui i ricercatori, in oltre 300 città europee, si uniscono per mostrare l’ebbrezza della scoperta, la passione e l’importanza del lavoro più bello del mondo: il ricercatore.

A Caserta l’iniziativa è realizzata dal Dipartimento di Matematica e Fisica della Seconda Università di Napoli e dalla Sezione di Napoli dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con la collaborazione del Centro INNOVA Scarl, della Sogin, dell’Unione Maddalonese Amici del Cielo, dell’Associazione Nazionale Fisica e Applicazioni e della Polizia di Stato. In ciascuna delle due giornate, per i visitatori sono previsti tre possibili percorsi differenti della durata di 90 minuti durante i quali sarà possibile venire in contatto in maniera diretta con alcuni degli aspetti più significativi dell’attività di ricerca nel campo della Fisica per l’Ambiente e i Beni Culturali, della Fisica per lo Spazio e delle Metodologie Fisiche applicate alla Società.

Spettri a Corte, la spettroscopia come strumento di conoscenza del mondo fisico.

Si tratta dell’appuntamento più importante dedicato alla comunicazione scientifica che da oltre dieci anni riunisce in tutta Europa, a fine settembre, mondo della ricerca e grande pubblico.
In Italia la Notte Europea dei Ricercatori, organizzata sotto il coordinamento dell’associazione Frascati Scienza, coinvolge una fitta rete di ricercatori, università e istituti di ricerca che si estendono dal nord al sud della penisola nel promuovere il più importante appuntamento europeo di comunicazione scientifica, quello in cui i ricercatori, in oltre 300 città europee, si uniscono per mostrare l’ebbrezza della scoperta, la passione e l’importanza del lavoro più bello del mondo: il ricercatore.

In ciascuna delle due giornate, sarà possibile venire in contatto in maniera diretta con alcuni degli aspetti più significativi dell’attività di ricerca nel campo della Fisica per l’Ambiente e i Beni Culturali, della Fisica per lo Spazio e delle Metodologie Fisiche applicate alla Società.

L’appuntamento è presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, l’Emiciclo Est del Palazzo Reale di Caserta.
giovedì 29 e venerdì 30 settembre prossimi, dalle ore 18 alle 23 con ingresso a numero chiuso.

Circe, Ferraris Marcianise, Università
Avatar

Informazioni su maestrilavoro

ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Precedente Buon Anno Scolastico: orgogliosi di essere studenti italiani Successivo Analisi dei musei casertani, in evidenza il Muditec Olivetti