Summer School 2012

Summer School tra cultura, impresa e giornalismo
Incontro con il cavaliere del lavoro Stefania Brancaccio

24 Luglio 2012

 

 Il cavaliere del lavoro l’industriale Stefania Brancaccio alla “Summer School” del CeSAF Maestri del lavoro d’Italia in corso di svolgimento questa settimana presso il polo scientifico della Seconda Università di Napoli in via Vivaldi.
Il progetto di orientamento prevede ogni giorno un incontro degli studenti con un industriale che racconta l’evoluzione della sua attività e le difficoltà che si incontrano nel produrre sul nostro territorio. Oggi è toccato alla Brancaccio.
Subito dopo l’incontro la Cav. Barncaccio ha visitato le redazioni di Cronache di Caserta e cronache di Napoli è stata accompagnata dalla studentessa del liceo Manzoni Martina Dragoni e dal presidente del CeSAF Mauro Nemesio Rossi.
“Il ruolo della stampa in Terra di lavoro è fondamentale – ha commentato il cav. Brancaccio – specie quando svolge un’azione propositiva, denunziando i mali che affliggono la provincia di Caserta, ma ancora più quando esalta azioni positive come quella messa a punto dalla Seconda Università di Napoli e dagli insigniti dal presidente della Repubblica. Un merito particolare va riconosciuto ai responsabili dell’ateneo casertano ed al capo del dipartimento Vincenzo Paolo Pedone che con tenacia ed abnegazione tentano di incidere sul tessuto culturale del territorio rendendo partecipi gli studenti delle superiori alle potenzialità offerte dall’ateneo.”
Un discorso chiaro che è servito ad far comprendere ai giovani le pesanti restrizioni a cui sono sottoposte le imprese e che ne condizionano lo sviluppo a danno della crescita, con le gravi ripercussioni sul livello occupazionale. Le conseguenze e che in un mondo globalizzato si va ad investire in altri paesi più liberi e meglio organizzati.
L’invito pressante agli studenti è stato quello di essere in grado di interagire nel mondo conoscendo le lingue così come è già patrimonio di diplomati e laureati di paesi che solo qualche anno addietro erano considerati più arretrati del nostro.
Un’opportunità la presenza dell’imprenditrice anche per i numerosi periti industriali neo diplomati presenti ai quali la Brancaccio li ha inviti a partecipare ad un stage nella azienda metalmeccanica di Acerra per fargli accrescere il proprio bagaglio professionale.
Sono molte le figure professionali intermedie che mancano all’appello e che sono diventati molto rari. Meccanici, tornitori, fresatori tradizionali e su macchine a controllo numerico sono le figure più richieste. L’unica prerogativa è quello di sentirsi parte di una stessa famiglia anche se occuperanno posti una volta appartenenti alla classe operaia.
Un concetto oramai diventato obsoleto, funzionalmente ed economicamente. Le aziende oggi lavorano in staff e la gerarchia diventa sempre più un concetto astratto. Solo facendo gruppo si può pensare ad essere competitivi in un mercato complesso.

Matematica, fisica e giornalismo

Le lezioni di oggi

La cultura matematica e la sua funzione per la tecnica, per la scienza e per la vita”
prof. Bruno Carbonaro, prof. Francesco Mazzocca

“Le idee della fisica per il progresso scientifico, tecnologico e civile”
prof. Livio Gianfrani, prof. Filippo Terrasi
La comunicazione l’immagine industriale
Mauro Nemesio Rossi

Incontro con il cronista
Ferdinando Terlizzi
CeSAF Maestri del Lavoro.

summer4web

DSC_6934

 

Summer School
Avatar

Informazioni su maestrilavoro

ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Precedente Educare alla legalità per una cultura dei valori civili e morali Successivo Attività programmate primo semestre 2012