Crea sito

STEPFAR: un progetto formativo post universitario per l’alluminio in collaborazione con la Federico II di Napoli

Progetto formativo

il mdl Ciro Sinagra Relazione alla Federico II

Il presente modulo  è stato testato con successo nell’ambito di un progetto di  formazione post universitaria rivolta a giovani laureati in ingegneria meccanica, aerospaziale e dei materiali (ove ho svolto docenza con Università Federico II di Napoli con contratto a tempo determinato per 5 mesi)  sul tema   “Sviluppo di materiali e Tecnologie Ecocompatibili, di Processi di Foratura, taglio e di Assemblaggio Ropobotizzato (STEPFAR)” CUP formazione B56D12000520007 progetto a valere sullo strumento di finanziamento Bando MIUR “Programma Operativo Nazionale – Ricerca e Competitività (PON “R&C”) 2007-2013, con numero PON 03PE_00129_1, sottoposto dalla Alenia Aermacchi, con compagine Alenia Aermacchi, CAMA-DESA’, ALI-ATM”, Università di Napoli Federico II, Università degli Studi di Salerno, CNR, SUN-Seconda Università di Napoli, CALEF-LASIT

Il modulo prevede formazione sui seguenti argomenti:

  • Fonderia dell’alluminio.

Bauxite, Elettrolisi dell’allumina, Alluminio primario e secondario, Le leghe di alluminio, La scorifica il degasaggio e i tempi di riposo bagno. L’affinazione del grano. La colata continua e la colata semicontinua delle placche da laminazione e billette da estrusione.

Fusione in sabbia in conchiglia  e pressofusione.

  • Tecnologie meccaniche

Laminazione a caldo e a freddo. Laminatoi duo, quarto e sesto. Il controllo dello spessore e della planarità nella laminazione. Campi di applicazioni dei laminati.

  • Trattamenti chimici delle superfici

La corrosione e la protezione. Trattamenti chimici di conversione delle superfici a base cromo e Cr-free. Trattamenti con processi rinse- e no-rinse. Nanotecnologie nei pretrattamenti. Lo studio dell’energia di superficie dei materiali mediante tests di bagnabilità con liquidi polari e apolari.

  • I controlli elettrochimici per la misura della corrosione

Misure di polarizzazione potenziodinamica, EIS Spettroscopia d’Impedenza Elettrochimica, Delaminazione catodica. Confronto con i tests tradizionali: nebbia salina, nebbia salina acetica, nebbia salina cupro-acetica, kesternich.

  • Processi di protezione del metallo con rivestimenti polimerici

Classificazione dei polimeri. Caratteristiche dei polimeri. Vernici: composizione, natura chimica delle resine di base, caratteristiche e resistenze

  • La verniciatura attraverso il processo coil-coating

Gli impianti di verniciatura coil-cotaing. Possibili configurazioni delle teste vernicianti, la fase di cura della vernice, Forni a convezione, a flottazione, a raggi IR, tecnologia NIR, polimerizzazione con lampade UV.

  • Applicazioni dei materiali verniciati nell’edilizia, nei trasporti, nel general engineering, nel settore HVAC-R (heat ventilation air conditionin and refrigeration), nel packaging rigido semi-rigido e flessibile per i settori alimentare, farmaceutico e cosmetico. Sviluppi mediante coating nanotecnologici e applicazioni speciali.

 

  • Strumentazioni di prova

Macchina di trazione, Durometri, Rugosimetri per lo studio della microgeometria di superficie. Prove di imbutitura (Erichsen, Olsen, bicchierino). Metallografia e microscopia ottica. S.E.M. (microscopia elettronica a scansione). Microanalisi con sonda EDS a raggi X asservita al SEM. Analisi FtIR dei polimeri. Analisi termica differenziale D.S.C., Strumenti per tests elettrochimici, Misura dell’abrasione dei coating mediante scrach test e taber test.

La misura del colore (spettrocolorimetri). La misura della brillantezza (glossmetri). Misura dell’angolo di contatto (studio energia di superficie).

mdl Ciro Sinagra

Avatar

Pubblicato da maestrilavoro

ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.