Esploriamo e Pubblicizziamo al museo Olivetti con il liceo Manzoni

L’ obiettivo principale del progetto è quello di costruire una cittadinanza piena, in linea con i piani strategici di valorizzazione culturale (art.112,c.4)  che hanno come strumento fondamentale il processo di valorizzazione del patrimonio. Tali piani prevedono la possibilità di accordi fra le istituzioni al fine di realizzare gli obiettivi previsti dalla normativa attraverso l’integrazione, nel processo di valorizzazione concordato, delle infrastrutture e dei settori produttivi collegati. Per raggiungere l’obiettivo di valorizzazione dei beni culturali che la legge prevede è pertanto indispensabile una visione strategica che si basi efficacemente sul partenariato pubblico-privato.

La scuola in questo ambito assume un ruolo fondamentale sensibilizzando gli studenti all’interesse del proprio patrimonio culturale, artistico e paesaggistico con l’obiettivo formativo di educarli alla sua tutela, trasmettendo loro il valore che ha per la comunità, e valorizzandone a pieno la dimensione di bene comune e il potenziale che può generare per lo sviluppo democratico del Paese.

Saranno proposti una serie di interventi in forma modulare finalizzati alla valorizzazione e alla promozione di una delle più prestigiose dimore della Città di Caserta Villa Vitrone di proprietà dell’ente provincia, che dopo un lustro (2014 -2018) di splendore culturale è stata lasciata nel più completo abbandono.

Attualmente Villa Vitrone ospita il Polo Culturale della Provincia di Caserta. Al suo interno si trovava anche la Biblioteca Provinciale intitolata al giornalista marcianisano Federico Scialla. Oggi sono rimasti solo  il Museo dinamico della tecnologia Adriano Olivetti ed il Museo dello sport .

Il museo Olivetti è stato fondato per avvicinare i giovani casertani alle nuove tecnologie e ai nuovi metodi di comunicazione e diffusione delle informazioni, andando a costituire una vera e propria mediateca. L’esposizione di antiche macchine da scrivere è una collezione di valore inestimabile. Nella villa, nella quale fu avviato il progetto per allestire una Biblioteca di Storia Patria si sono organizzati spesso convegni, letture e presentazioni di libri.

Il corso quindi è in armonia con lo spirito del progetto che indica di mettere le scuole in rete e consiglia i partner a realizzare  attività per la valorizzazione culturale del territorio Casertano e nello specifico dei siti architettonici noti, puntando sia una promozione turistica 2.0, utilizzando strumenti innovativi quali i droni, le app, e il web in genere, sia sulla creatività realizzando spettacoli teatrali e momenti di informazione valorizzando anche la dimensione internazionale utilizzando le lingua straniere come mezzi di comunicazione.

In merito saranno sviluppate le seguenti aree tematiche:

accesso, esplorazione e conoscenza anche digitale del patrimonio;

adozione di parti di patrimonio (luoghi, monumenti o altro);

costruzione di una proposta territoriale di turismo culturale e ambientale sostenibile;

conoscenza e comunicazione del patrimonio locale

Produzione artistica e culturale;

Caserta 20 Novembre 2019

Liceo Manzoni
Avatar

Informazioni su maestrilavoro

ll “Centro Studi e Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia” in sigla “CeSAF MAESTRI DEL LAVORO” è legalmente costituito in associazione culturale, senza scopo di lucro. Cura e promuove la formazione dei Maestri del Lavoro aderenti e degli affiliati laici intesi come persone non insignite Stella al Merito, ma che perseguono gli stessi fini quali: favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e a diffondere i sani principi a esso connessi, così come richiesto dal decreto del ministero del lavoro firmato dal presidente della repubblica per l’assegnazione della Stella al Merito.

Precedente Il Maestro del Lavoro Ciro Sinagra mattatore dell'assemblea del CESAF Successivo Economia circolare e sostenibilità nel packaging